Fisco e Tasse Scadenze: Spesometro e Rottamazione Cartelle

Fisco e Tasse Scadenze

Fisco e Tasse Scadenze

Ogni anno, vengono pubblicate le leggi di bilancio in vigore: ci sono molte novità, alcune agevolazioni e vengono approfondite nello specifico i discorsi sullo spesometro e la rottamazione cartelle.

Per quest’ultima, nel 2018 è prevista una vera e propria riapertura. I contribuenti che hanno cause pendenti dal 2000 fino al 2016 e che non sono riusciti ad avvalersi della prima agevolazione, quest’anno potranno farlo.

Per quanto riguarda invece lo spesometro, quest’anno ci sarà una sorta di sanatoria. Coloro che hanno provveduto a inviare i propri dati entro il 28 febbraio del 2018 non subiranno ulteriori sanzioni.

Dopo molte richieste da parte dei contribuenti, quest’anno sono stati approvati molti emendamenti a riguardo, soprattutto per quanto concernono la rottamazione e lo spesometro.

Per la rottamazione delle cartelle, è prevista una estensione della possibilità di rottamare; in questo modo, le persone che non avevano usufruito della vecchia agevolazione ora potranno farlo.

La faccenda dello spesometro, purtroppo, è molto più complessa. Coloro che hanno commesso degli errori non dovranno preoccuparsi di pagare ulteriori sanzioni.

 

Fisco e Tasse Scadenze: Rottamazione delle cartelle

Tutte le novità del 2018 e la possibilità di usufruire delle vecchie agevolazioni

Molti contribuenti avevano richiesto di avere la possibilità di ritornare alla vecchia rottamazione, che riguardava le cartelle dagli anni 2000 al 2016. Prevista dalla legge del bilancio, potrete aderire di nuovo alla speciale agevolazione, che è simile a quella prevista per le cartelle del 2017.

Qual è la scadenza fissata per la rottamazione delle cartelle?

Scopri entro quando dovrete richiederle

Dovrete richiederle all’ente delle riscossioni entro il 25 maggio 2018 e potrete versare un massimo di cinque rate, a luglio, a settembre, a ottobre, a novembre 2018 e a febbraio 2019.

Un ottimo modo, quello delle legge di bilancio, per venire in aiuto di tutti quei contribuenti che si sono ritrovati ad affrontare una spesa ingente.

Spesometro: le novità del 2018

Lo Spesometro torna a fare parlare di sé, in negativo

La faccenda dello spesometro, purtroppo, è un filo più complicata. Definito da tutti “il più grosso pasticcio fiscale di tutti i tempi”, lo spesometro è stato messo in discussione fin dall’inizio.

Comunicare i dati delle fatture avrebbe dovuto essere un semplice metodo per tenere tutto sotto controllo, tuttavia i disservizi registrati per colpa del sistema informatico hanno portato l’Amministrazione finanziaria a rimandare la scadenza fissata per presentare lo spesometro tantissime volte.

A seguito di questi disservizi, sono stati in tanti i contribuenti ad avere difficoltà a rispettare i termini fissati dalla legge di bilancio dell’anno corrente. Ovviamente, in seguito a questo disguido, si è preferito non sanzionare coloro che non avevano potuto adempiere agli obblighi finanziari.

Inoltre, coloro che avevano commesso degli errori, per l’incompletezza di adeguate istruzioni operative, non dovranno pagare ulteriormente.

Una buona notizia per chiunque si preoccupasse di pagare ulteriori somme, ovviamente non per causa sua. Lo spesometro, inoltre, passa da periodico ad annuale, in modo tale da permettere a tutti di inviare i dati esatti e di essere seguiti nella compilazione dei moduli nel migliore modo possibile.

 

Puoi approfondire l’argomento Fisco e Tasse Scadenze nella sezione fisco di forexnotizie.it

The following two tabs change content below.

Amministrazione

Fondatore a https://gaetanogigliuto.com
Creatore e fondatore di questo Blog e gestore di diversi siti web,  con la sua professionalità offre sempre contenuti utili  a coloro che ne hanno bisogno.
Informazioni su Amministrazione 211 Articoli
Creatore e fondatore di questo Blog e gestore di diversi siti web,  con la sua professionalità offre sempre contenuti utili  a coloro che ne hanno bisogno.