Sony Smartwatch 3: Tutto quello che vuoi sapere

Sei appassionato di tecnologia wereable e cerchi il miglior smartwatch in circolazione? Allora dovresti assolutamente dare uno sguardo al Sony Smartwatch 3, il modello ideale per chi ha già uno smartphone Android. In questa recensione te lo presentiamo con i suoi pregi e difetti per aiutarti a capire se si tratta del dispositivo ideale per te e per il tuo stile di vita.

Pro e contro di Sony Smartwatch 3

Cominciamo con una breve disamina di pro e contro riscontrati dalla maggior parte delle persone che lo hanno già acquistato. A primo impatto ciò che piace molto è il design e l’ergonomia al punto da risultare estremamente comodo da indossare. L’unica pecca risiede nel cinturino che risulta scomodo da agganciare, soprattutto le prime volte che lo si porta al polso.

[amazon box=”B00N9OATPK”]

In ogni caso è un modellino potente, dotato di un’autonomia davvero notevole che, in aggiunta alla certificazione IP68 di buona resistenza ad acqua e polveri, lo rende uno dei migliori smartwatch in circolazione. Certo è che il display Transreflective assicura una maggior durata della batteria ma i colori non rendono al meglio sul piccolo schermo. In ogni caso è un prodotto fluido, facile da utilizzare e dotato anche di GPS. Purtroppo manca il cardio-frequenzimetro, una funzione per cui gli appassionati di corsa potrebbero storcere il naso.

Caratteristiche generali interessanti

Il primo dato che abbiamo voluto analizzare per questa recensione è il confronto con il modello precedente da cui Sony prende le distanze per ciò che riguarda la scelta del sistema operativo. Il Sony Smartwatch 3, infatti, usa Google come sistema operativo e questo lo rende integrabile con gli smartphone Android. A ciò si aggiunge la possibilità di usufruire di molte funzionalità aggiuntive che lo rendono completo e davvero “smart”.

[amazon box=”B07BR6DW8L”]

Come anticipato il display a basso consumo con tecnologia Transreflective consente di beneficiare di un’autonomia davvero notevole e, quindi, questo modello ha una batteria tra le più durevoli sul mercato. Tuttavia questa stessa tecnologia non sembra avere una grande resa dal punto di vista della nitidezza dello schermo, per cui se dovessimo dare un voto complessivo da 1 a 10, daremmo un 7.

Design e display

Il design di Sony Smartwatch 3 è contenuto in una bella confezione trasparente dentro la quale è contenuto un oggettino sottile e leggero, forse tra i più compatti sul mercato. All’interno della confezione sono contenuti anche il cavetto micro USB e le istruzioni d’uso. Il display è corredato da microfono per comandi vocali e tasto di accensione. In dotazione hai anche i codici di download per le app di Sony con cui usare al meglio lo smartwatch.

Non sono previsti adattatori per cui dovrai comprarlo a parte o usarne qualcuno già in tuo possesso. Al polso risulta piuttosto comodo vista la sua leggerezza e il display ultra-sottile. Lo stesso non si può dire per il cinturino, ovvero per il sistema di allaccio. Il cinturino di gomma non è il massimo della comodità durante l’attività sportiva ma è un difetto trascurabile.

Prestazioni e durata

Da un punto di vista delle prestazioni Sony promette una CPU Snapdragon da 400 quad core a 1,2 GHz per core. L’hardware supporta 512 MB di RAM e 4GB di ROM. Il sistema è dotato di GPS ma non di cardiofrequenzimetro, un accessorio che sicuramente avrebbe fatto comodo agli amanti dell’attività sportiva. Tuttavia è dotato di NFC, giroscopio e magnetometro.

Il display è caratterizzato da tecnologia Transreflective da 1,6 pollici con risoluzione standard da 320×320 pixel. Ottima la retroilluminazione, utile a leggere lo schermo a qualsiasi condizione di luce. Con questa configurazione lo smartwatch arriva a durare due giorni consecutivi senza carica.

Tra le app principali che trovi sullo smartwatch Sony 3 ci sono bussola, GPS, Lifelog e accelerometro. Il dispositivo è sincronizzabile con gli smartphone Android in maniera semplicissima. Questa serve a utilizzare l’assistente vocale di Google con cui ti colleghi a WhatsApp o alle app di email e messaggistica.

Vale la pena acquistarlo?

Questo modello è sicuramente uno tra i migliori smartwatch in commercio, considerando il design e le prestazioni. È particolarmente indicato per chi cerca qualcosa di più di un orologio ma per il rilevamento delle prestazioni sportive consigliamo altri dispositivi. Richiede poche semplici operazioni di manutenzione grazie anche all’autonomia di carica maggiore rispetto a tanti altri modelli di medesima fascia di prezzo.

[amazon box=”B00N9OATPK,B07BR6DW8L” grid=”2″]

Questo Smartwatch costa lievemente di più di altri dispositivi simili ma che, a differenza del modello di Sony, non sono provvisti di GPS. Le persone che lo hanno acquistato lo hanno recensito positivamente per le funzionalità e l’autonomia ma risultano essere lievemente meno soddisfatte del cinturino e dell’assenza del cardio-frequenzimetro che lo rende “superato” rispetto ad altri modelli di fascia di prezzo simile.

 

Articles You Might Like

Share This Article

Get Your Weekly Sport Dose

Subscribe to TheWhistle and recieve notifications on new sports posts